Il Gatto Maine Coon tra leggenda e storia

Chi è il Gatto Maine Coon: a dirlo è già il nome, è una razza di origine nord americana, di una regione, il Maine, di cui è diventato anche gatto ufficiale. O dobbiamo dire procione? Sì, perché il nome del gatto Maine Coon significa letteralmente "procione del Maine". Per via della sua coda molto simile a quella di un procione, gli hanno dato l'appellativo di Raccoon, orsetto lavatore in inglese, abbreviato con Coon.
Gatto Maine Coon: la storia
La storia del gatto Maine Coon non è una, sono tante. Tutte leggendarie, affascinanti e non confermate. La più diffusa credenza sulle origini del gatto Maine Coon risale all'inizio del secolo scorso e spiega che per le grandi e pelose orecchie provviste di ciuffi e la coda grossa e inanellata, il gatto Maine Coon deve per forza essere un incrocio tra una lince e un orsetto lavatore.
E' molto fantasiosa, e chissà se fisicamente possibile, ma certo ha dato luogo a molte altre varianti o alternative storie, come quella che attribuisce al gatto Maine Coon un'aura regale legandolo a doppio filo con i sei gatti d'Angora che la regina Maria Antonietta, durante la Rivoluzione Francese, avrebbe messo in salvo inviandoli a Wiscasset, nello Stato Americano del Maine.
Tornando con i piedi, e le zampe, per terra, la teoria più probabile è che il gatto Maine Coon sia un incrocio tra gatti a pelo corto e gatti a pelo lungo d'oltremare. Quelli che oggi sono i diretti progenitori del Norvegese delle Foreste. Sarebbero sbarcati nel Nord America con i Vichinghi, attorno all'anno mille. Oppure più tardi, con i coloni, che viaggiavano con i gatti "acchiappa-topi" tra i più vari, mescolandoli senza badarci troppo.
Antenati ignoti, quindi, ma la data della prima segnalazione ufficiale di un gatto Maine Coon è il 1861: a parlarne è la signora Pierce che cita un gatto bianco e nero chiamato "Captain Jenks of the Horse Marines". In Italia il gatto Maine Coon compare solo nel 1986 ma da quel momento fa successo e oggi questa razza è tra le star di molte esposizioni feline.
Gatto Maine Coon: caratteristiche
Il gatto Maine Coon è tra i più imponenti tra i felici domestici, con i suoi 7 -11 kg, da maschio, ridotti a 5 - 7 se femmina. E' forte e muscoloso, equilibrato e agile, e sa adattarsi ai rigidi inverni. Questo perché sfoggia, di natura, senza vanità, uno mantello lucido, pesante e resistente all'acqua, grazie ad una particolare e caratteristica untuosità naturale che tiene caldo e non consente al pelo di annodarsi. Nessuna altra razza diversa dal gatto Maine Coon possiede un manto così speciale.
Il pelo di questo felino è più lungo sullo stomaco e sulle gambe posteriori per ripararlo dalla pioggia e dalla neve, mentre si fa raso sulla parte posteriore e sul collo così da non aggrovigliarsi ostacolandolo quando si aggira nel sottobosco. Per i colori, sono tutti ammessi per il gatto Maine Coon tranne Chocolate, Cinnamon, Lilac, Fawn in qualunque combinazione e fattore colourpoint.
Anche la coda del gatto Maine Coon è anti freddo: lunga e folta, è comoda da avvolgere intorno al corpo per dormire protetto dal gelo. Le orecchie sono "studiate" per le basse temperature: più pelose sia all'interno che sulle punte e mobili, per meglio captare i suoni della foresta. Gli occhi del gatto Maine Coon sono grandi per migliorare la vista, utili nella caccia e nella fuga dai predatori agevolata anche dai piedi grandi, rotondi, con ciuffi di pelo, ottimi come 'pattini da neve'.
Gatto Maine Coon: comportamento
Il gatto Maine Coon è abituato a stare all'aria aperta ma si adatta anche in casa se ha spazi per essere sé stesso. è attivo, curioso e giocherellone. Questa razza può vantare un ottimo carattere, abitudinario, ideale per la compagnia con le persone, soprattutto con anziani e bambini, perché non graffia né soffia. Il gatto Maine Coon non è mai aggressivo e tende a interagire anche con altri animali senza dichiarare guerra, nonostante la mole.
Il gatto Maine Coon ha un portamento è maestoso, avanza a testa alta, mostra la coda larga e folta a mezza altezza e muove le larghe zampe con fare da antico guerriero ma è tutta una messa in scena. E' docile e giocoso, e oltretutto possiede una voce che è ben lontana da un ruggito. Il suo è un miagolio acuto flebile e continuo, borbotta in continuazione, sembra che faccia la cronaca fra sé e sé delle proprie mosse: è uno dei gatti più loquaci in assoluto.
Gatto Maine Coon: cure e alimentazione
Così grosso e robusto, così muscoloso e vivace, il gatto Maine Coon non necessita di molte cure ma di una sana e abbondante alimentazione. Per l'estetica, una spazzolata al pelo, data la grande quantità, e un bagnetto ogni tanto, ma senza panico perché il gatto Maine Coon è un amante dell'acqua, basta asciugarlo dato il folto mantello.
Tornando all'appetito, lui ne ha tanto e necessita quindi di molti pieni di energia ma non a caso. Equilibrati e sani, integrando la sua dieta naturale "selvatica", secca e umida, con integratori, da servire anche in doppia ciotola. Se tenuto con cura, come persona di famiglia, il gatto Maine Coon vive fino e oltre i 
13-15 anni